Crea sito

Una giornata di sole accompagnò Autunno verso la foresta e i tre fratelli poterono così ritrovarsi nella zona condivisa che avevano dedicato alle loro riunioni familiari.

inverno dei tre porcellini
Di comune accordo si era scelto che quegli incontri dovessero tenersi a casa del secondo porcellino, dal momento che era quello di mezzo, sia nello spazio che nel tempo: era suo l’onere di fungere da punto d’incontro familiare. Ogni famiglia ha le sue dinamiche e noi non vogliamo sindacare…

Il fratello maggiore, finita la telefonata con l’imprenditore della ditta costruttrice e presi degli accordi forfettari, fu l’ultimo ad arrivare. D’altronde il primo non aveva subito alcun danno e il secondo era già a casa.

inverno dei tre porcelliniQuando il maggiore arrivò, trovò i suoi fratelli intenti a giocare a una console hardcore che era tornata in auge in quel tempo. Assistendo a quella scena, il maggiore dei fratelli trasalì, chiedendosi come fosse possibile che, con tutti i problemi che quel maledetto Autunno aveva portato, i suoi fratelli fossero sereni e tranquilli, tanto da dedicarsi a futili passatempi.

I due fratelli, a turno, spiegarono che le loro case non avevano subito danni e che quindi non erano preoccupati. Il maggiore dei tre, ancora infuriato, disse che lui, che era un maiale di successo, non aveva tempo da perdere con quei discorsi inutili, quindi, continuando a urlare, se ne andò sbattendo la porta.

inverno dei tre porcellini
Appena tornato a casa, vide che fuori dall’uscio c’era già un furgoncino con l’imprenditore terrorizzato dalle minacce del terzo fratello. Il porcellino soddisfatto, andò ad aprire e l’imprenditore entrò trafelato nel parcheggio. Aprendo lo sportello posteriore del mezzo uscirono quattro operai vestiti di tutto punto che iniziarono a montare la piattaforma elevatrice per riparare il danno.

Quando, con non pochi problemi, i lavori furono ultimati, l’imprenditore smontò baracca e burattini abbandonando il luogo. Proprio mentre si immetteva nella strada principale vide un anziano signore un po’ assonnato che procedeva verso il lotto dei tre fratelli: Inverno era arrivato!

Nel silenzio l’anziano signore si avvicinò alla casa del fratello minore: era così piccola e accogliente! Avrebbe voluto entrarci. Tuttavia il piccolo della famiglia, memore del consiglio della madre, preferì non aprire.

i tre porcelliniInverno ci rimase molto male per questa risposta, quindi si andò a sedere nel giardinetto proprio fuori dall’abitazione e iniziò a generare un freddo gelido tutto intorno a sé.
In breve il freddo raggiunse l’abitazione del porcellino: questo, senza perdersi d’animo, accese il suo termocamino. In pratica, il progettista bioclimatico, a cui si era affidato, gli aveva consigliato di installare questo sistema che gli consentiva di riscaldare immediatamente una stanza. Poi, grazie a condutture ventilate, il calore, che veniva solitamente disperso nella canna, veniva ricondotto in tutti gli elementi radianti della casa. Con il muro massivo in paglia che non lasciava passare il freddo e il termocamino, in breve la casa fu più confortevole che mai.

Inverno fece spallucce voltandosi verso la casa del secondo fratello: anche quella sembrava molto interessante. Comprendendo che c’era poco da fare, lasciò la casa del fratello minore dirigendosi verso la casetta in legno.

Il secondo fratello aveva già visto dalla finestra che il vecchietto era in agguato, quindi scelse di accendere preventivamente i riscaldamenti. Per fortuna aveva speso qualche soldo in più nell’acquisto di una buona caldaia in classe “tripla A” e doveva ammettere che l’investimento gli stava dando buone soddisfazioni.

Quando Inverno bussò alla porta, la sua casa era già ben riscaldata e non subì gli effetti della permanenza di quell’anziano nel suo giardino. Purtroppo non aveva applicato alla sua casa un cappotto termico: ciò causava notevoli dispersioni e la caldaia doveva lavorare costantemente. Ma, per fortuna, quando la temperatura esterna raggiunse livelli veramente bassi e la condensa iniziava a formarsi negli angoli dei muri, l’intonaco naturale, abbinato alla struttura in legno, aiutò a regolare i livelli di umidità dell’aria salvando la muratura.

Inverno era veramente deluso, improvvisamente la gente sembrava avere preso cognizione che la casa andava costruita in un certo modo. inverno dei tre porcelliniTuttavia, oltre la staccionata c’era ancora un’abitazione da andare a visitare, una grande villa su due piani che sembrava ridipinta da poco.

Con il suo passo lento e annoiato andò a bussare. Nessuno gli aprì, ma lui conosceva bene quelle case: cambiavano nella forma, ma nella sostanza erano costruite con le stesse tecniche di quarant’anni prima.

Quindi si sedette nel porticato rifinito in gres porcellanato e iniziò a far scendere la temperatura.

Il fratello maggiore questa volta era tranquillo: il suo nuovo cappotto termico lo avrebbe difeso da qualsiasi evento atmosferico, ed effettivamente così fu. Il freddo d’Inverno non riusciva a entrare. Tuttavia l’anziano che sapeva bene com’era fatta quella casa e attese.

Non ci volle molto e d’un tratto nella casa iniziarono a spuntare macchie di muffa proprio in corrispondenza degli angoli. Ahimé, i prestanti i tre porcelliniinfissi della casa non creavano nessun ricircolo d’aria e le ricche finiture in resina, abbinate al cappotto in EPS, avevano solamente peggiorato la situazione, rendendo il muro totalmente impermeabile: ormai era una superficie umida, perfetta per far proliferare licheni e muffe.

Il porcellino, quell’inverno, ebbe bruttissime febbri che lo costrinsero a letto. Infatti, la sua casa era ormai ricca di inquinanti che lo rendevano molto più cagionevole e la sua salute era molto peggiorata.

Inverno, nuovamente annoiato, scelse di andare via. Anche per quell’anno era dunque riuscito a divertirsi.

inverno dei tre porcellini

L’inquinamento Indoor: cos’è l’inquinamento domestico

L’inquinamento Indoor: cos’è l’inquinamento domestico

Gli ambienti della nostra casa subiscono gli effetti di una serie di inquinanti: in questo caso parliamo di Inquinamento Indoor. Scopriamo di che si tratta. ...
Inquinamento Indoor: il gas Radon

Inquinamento Indoor: il gas Radon

Il gas Radon costituisce uno degli elementi più pericolosi delle nostre case. Purtroppo viene inalato quotidianamente dal nostro sistema respiratorio. ...
Il cappotto termico: le 3 R del Risparmio

Il cappotto termico: le 3 R del Risparmio

Perché d'inverno bisogna tenere i termosifoni perennemente accesi per non rischiare di ritrovarsi in una ghiacciaia nell'arco di pochi minuti? Esiste una soluzione? ...
Lo studio ambientale: la guida semplificata in 6 brevi step

Lo studio ambientale: la guida semplificata in 6 brevi step

Se ti dicessi che sfruttando gli elementi naturali come alleati potresti risparmiare in bolletta e migliorare il tuo benessere psicofisico? Scopri l'utilità di uno studio ambientale. ...
L’inverno dei tre porcellini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.