Crea sito

Purtroppo, ancora oggi, nel 2019 il genere umano ricorre a piccoli espedienti per rallentare la crescita sociale ed economica. Tuttavia, grazie all’aiuto di piccoli eroi di tutti i giorni, noi di Un passaggio per Biotopia abbiamo un’altra bellissima storia da raccontare!

Ragusa

Nella notte tra l’uno e il due di ottobre viene pubblicato un comunicato stampa dei vigili del fuoco su una casa di legno in costruzione andata a fuoco a Marina di Ragusa. Diverse testate online, poi, riportano la notizia che questa fantomatica casa ecologica sia andata completamente distrutta.

Tuttavia, le cose non sono mai come sembrano.

Veniamo contattati da Danilo Schininà di “Olivo – Case in legno“, che si è occupato di aiutare i proprietari a realizzare la struttura, che ci mette a conoscenza dei dettagli dell’accaduto: la “casa ecologica” in realtà è una casa in legno e paglia e Danilo, esperto di questo tipo di costruzioni, si offre di accompagnarci a visitarla.

casa-di-Paglia-che-non-brucia

Arrivati sul posto, ci troviamo di fronte a una costruzione quasi ultimata, tanto da pensare che l’indirizzo sia quello sbagliato.

In effetti, la casa è tutto fuorché distrutta.
Avvicinandoci alla struttura, l’unico elemento che avrebbe potuto dare qualche indizio dell’incendio è un alone scuro di fuliggine sopra gli architravi delle finestre.

casa-di-Paglia-che-non-brucia

Durante il nostro sopralluogo scopriamo che la casa ha subito veramente pochi danni a causa dell’incidente: le murature in paglia sono rimaste intatte, gli intonaci in terra hanno resistito benissimo al fuoco e le balle di paglia sono intonse, anzi di più.

Tutte le parti della struttura lignea protette dalle balle di paglia
non hanno nemmeno accennato a bruciare.

Soltanto lo strato superiore delle travi e dei pilastri ha subito un processo di carbonizzazione. Il resto degli elementi è ancora in perfetto stato.

Al termine dell’incendio la situazione era apparentemente molto critica, e si era quindi pensato di demolire l’edificio e ricostruirlo. Ma, grazie a una geniale intuizione, si era successivamente operata la raschiatura di circa mezzo centimetro di materiale carbonizzato degli elementi lignei, riportandoli allo stato in cui li abbiamo ritrovati.

Casa di paglia che non brucia
Nella seguente immagine si può notare come il legno sia rimasto in perfetto stato nei punti in cui erano poste le balle di paglia

In effetti, uno degli errori più frequenti quando si immagina una casa realizzata con la paglia è proprio pensare che non sia abbastanza ignifuga.
In realtà, la resistenza al fuoco di una balla di paglia è molto alta, dal momento che, una volta che questa è compattata, non rimane più ossigeno al suo interno in grado di alimentare il fenomeno della combustione. Quindi, solamente la parte superiore della balla subisce il processo di carbonizzazione, mentre il resto di essa rimane intatto, protetto dallo strato carbonizzato che si è formato.

Questo terribile evento rappresenta una pietra miliare del nostro territorio per la sua emblematicità:

è la prova esistente che le case in paglia
hanno un’altissima resistenza al fuoco

e che rispondono bene anche alle alte temperature.
In effetti, come riportato dal comunicato dei vigili del fuoco, l’incendio ha infierito sulla struttura “dalle 22:00 di martedì 1 ottobre fino alle 8:00 [dell’indomani]”. Possiamo dedurre che la casa è stata esposta alle fiamme per circa dieci ore e, malgrado ciò, il fortunato proprietario ha potuto rimediare al danno causatogli senza dover demolire e ricostruire il suo immobile.

Casa di paglia che non brucia
Prima e dopo la rimozione della parte carbonizzata superficiale dalla struttura in legno

L’unica parte attaccata e distrutta dalle fiamme è stata la copertura, realizzata in legno con uno strato di isolante in sughero, protetto dal canonico strato di freno vapore. Purtroppo, a causa di un cavedio scoperto, si è generato un effetto camino che ha contribuito a fare salire il fuoco al piano superiore, facendolo sfogare con veemenza contro la copertura.
A seguito di questo incidente però è stata apportata una modifica: la copertura è stata realizzata anch’essa in paglia, collaborante con una miscela di calce che contribuirà a impermeabilizzarla.

Ancora una volta, la paglia e i materiali naturali si dimostrano una grande risorsa per l’edilizia contemporanea. Grazie a questi, è possibile vivere in ambienti sani e con altissime prestazioni di resistenza al fuoco.

Copertura-paglia
Dettaglio del rifacimento della copertura in balle di paglia
A Ragusa, la casa di paglia che non brucia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.